INCA

Il Patronato Inca affianca lavoratrici e lavoratori, pensionati e famiglie nella difesa dei loro diritti e nell'accesso alle tutele previste dalle leggi nazionali e provinciali. Presso gli sportelli del nostro patronato, presenti su tutto il territorio provinciale con 14 sedi, personale esperto è pronto ad assistere i tuoi bisogni e ad accompagnarti per tutte le pratiche relative a previdenza, salute e benessere nei luoghi di lavoro, infortuni e malattie professionali e prestazioni socio assistenziali.

L'attività di Inca è svolta gratuitamente nei confronti di tutti coloro che chiedono tutela. Per le azioni legali è prevista la partecipazione alle spese da parte dell'assistito, come previsto dalla legge.
Come tutti i patronati, Inca è sottoposto al controllo ed alla vigilanza del Ministero del Lavoro.

Cosa facciamo


Previdenza e pensioni

Al Patronato puoi verificare la tua situazione previdenziale e controllare la regolarità dei versamenti. Puoi ricevere una consulenza gratuita sulla previdenza integrativa (Infopoint PensPlan), formalizzare la richiesta di pensione, riscattare la laurea, chiedere il riconoscimento di un’inabilità e dell’assegno sociale, attivare la reversibilità della pensione.

Ammortizzatori sociali

Puoi rivolgerti al Patronato Inca per richiedere l’indennità di disoccupazione (Naspi) o di mobilità, i congedi di maternità, per la cura dei figli o di un familiare malato. In Trentino puoi ottenere anche il reddito di garanzia, l’assegno regionale al nucleo familiare e in alcune Comunità inoltrare la domanda di casa Itea.

Assistenza

Il Patronato Inca aiuta chi subisce una malattia, un infortunio o ha necessità di certificare un’invalidità o un handicap. E svolge tutte le pratiche per il riconoscimento delle indennità anche per quel che riguarda il danno biologico e le prestazioni per mutilati ed invalidi civili. Presso i nostri uffici puoi chiedere anche l'assegno di cura per la non autosufficienza.

L'ufficio immigrati del Patronato affianca i cittadini stranieri, in particolare per la presentazione della domanda di permesso di soggiorno, di ricongiungimento familiare e di cittadinanza.

Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2017
TORNA SU