NEWS

Disoccupati deboli, Ianeselli: “Misura equa, che va a sostegno di tutte le situazioni di maggiore criticità”

“Sostenere i disoccupati più deboli con progetti mirati di formazione e riqualificazione è una misura utile, nella quale crediamo e a cui abbiamo contribuito nell'ambito del confronto con le parti sociali. Riteniamo particolarmente significativa l'impostazione di sostenere soprattutto le persone over 50 che oggettivamente rappresentano una delle fasce più difficili da ricollocare sul mercato del lavoro”. Lo dice il segretario della Cgil del Trentino Franco Ianeselli, commentando la decisione assunta oggi dalla giunta provinciale su proposta dell'assessore al Lavoro, Alessandro Olivi, a seguito dell'approvazione in Commissione provinciale per l'impiego “Dal nostro punto di vista l'importanza di questa misura sta nel fatto che gli interventi di sostegno sono fortemente legati all'attivazione dei soggetti e dunque alla loro partecipazione alle politiche attive, prosegue Ianeselli che ricorda anche le proteste di qualche settimana fa in Consiglio provinciale ad opera di un gruppo di lavoratori ex Whirlpool. “La differenza tra questo intervento e quanto pretendevano quel gruppo dei lavoratori è che qui si tratta di misure che riguardano tutti i disoccupati, non solo un gruppo, e questo garantisce equità”, conclude Ianeselli.




Trento, 16 giugno 2017

 

 

TORNA SU