NEWS

Colle: «In sanità si pensa a nuove figure dirigenziali, ma manca l’omogeneizzazione con la Provincia»

Martedì 20 giugno assemblea sindacale

La Funzione pubblica Cgil del Trentino organizza, per martedì 20 giugno dalle 9 alle 10.30, all’auditorium dell’Ospedale Santa Chiara, un’assemblea sindacale con tutti i dipendenti dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari perché, come spiega Gianna Colle: «Le nostre priorità, cioè quelle dei dipendenti dell'Apss, non vengono tenute in considerazione dall'Azienda, dall'Apran e dalla politica». Il primo e più importante punto è quello di dare seguito a quanto stabilito nell’accordo di novembre, firmato col presidente Ugo Rossi: «Omogeneizzare i trattamenti con quelli della Provincia, con la necessità di avviare il tavolo tecnico previsto dal protocollo di intesa. Molto semplicemente: il datore di lavoro è in entrambi i casi la Provincia ed è indispensabile che il lavoratore pari ruolo riceva pari trattamento, che si lavori in Azienda sanitaria o in piazza Dante».

I punti sono in realtà numerosi: «Non si è ancora dato seguito a quanto stabilito dall’accordo stralcio che prevedeva: incremento stipendiale di 15 euro per il personale inquadrato nelle categorie dalla A alla C, rimborso di 50 euro della quota di iscrizione agli albi professionali, percorso di riqualificazione del profilo professionale di operatore socio sanitario, avvio di un percorso per la riqualificazione delle professionalità operaie, tecniche e amministrative».

Tutti gli elementi citati sono contenuti nel protocollo firmato con Rossi a novembre 2016 e negli accordi stralcio firmati a dicembre 2016 e a febbraio 2017. Ma a tutto questo non si è ancora provveduto, mentre «Per il 21 giugno l'Apran ci ha riconvocati per discutere solo del documento relativo alla disciplina dell'incarico di "responsabile d'ufficio" o di "responsabile di incarico speciale". Siamo favorevoli al riconoscimento delle competenze maturate e acquisite dai dipendenti, ma crediamo che tutti debbano essere valorizzati e che tutte le professionalità meritino il medesimo rispetto, senza privilegiare talune categorie e piccoli gruppi». Ultimo punto che sarà trattato in assemblea è l’assicurazione sulla colpa grave gratuita per gli iscritti.

 

 

TORNA SU