NEWS

Elezioni Rsu, appello al voto

In Trentino oltre 9mila lavoratori potranno votare i proprio candidati di riferimento

Il 17, 18 e 19 aprile oltre 3 milioni di lavoratrici e lavoratori dei settori pubblici sono chiamati al voto per il rinnovo delle RSU (rappresentanze sindacali unitarie). Anche in Trentino, nei settori statali ( ministeri, Agenzie Fiscali, Inps, Inail, Aci), nell’Azienda Sanitaria, Conservatorio oltre 9.000 persone potranno votare i proprio candidati di riferimento, scegliendoli anche tra i cento candidati e candidate nelle liste della Funzione Pubblica CGIL e di FLC CGIL.

Crediamo nel valore delle rappresentanze sindacali unitarie, quale importante strumento di democrazia di rappresentanza sui posti di lavoro.

Poter eleggere i propri rappresentanti nelle RSU è un valore importante e auspichiamo che questa possibilità oggi riconosciuta ai dipendenti della pubblica amministrazione statale, dell'Azienda Sanitaria provinciale, possa essere finalmente data anche ai lavoratori e alle lavoratrici del comparto delle Autonomie Locali e della Scuola, che oggi non hanno questo fondamentale strumento di espressione.


In questi anni, non facili per i dipendenti pubblici, la Cgil si è spesa per valorizzare le molte professionalità presenti in questi comparti, anche di fronte ad alcune riforme che ne hanno messo in discussione le competenze, rafforzando quando non alimentando un pregiudizio fondato su valutazioni superficiali e ingenerose. Lo abbiamo fatto perché crediamo nel valore che una pubblica amministrazione di qualità ha per la nostra comunità e per ogni singolo cittadino.

Sarebbe stato più facile cedere al populismo sindacale e alle rivendicazioni irrazionali solo al fine di guadagnare consenso. Abbiamo scelto una strada più difficile, ma tenendo la barra dritta con tenacia e determinazione. Questo ci ha permesso, dopo otto anni, di rinnovare finalmente i contratti di settore. La CGIL con le sue categorie lo ha fatto, anche in Trentino, tenendo ben fermo l’orizzonte che deve essere di garanzia per tutte le categorie di lavoratori in base alle proprie prerogative.

Oltre alle sacrosante rivendicazioni economiche ci siamo battuti per migliorare la parte normativa dei contratti e ci battiamo per chi rappresenta l’anello più debole; lavoratrici e lavoratori precari.

Abbiamo rivendicato in passato e rivendichiamo ancora oggi che il nostro impegno, l'impegno di tutta la Cgil, è per una pubblica amministrazione efficiente e innovativa.

Vogliamo questa pubblica amministrazione e ci impegniamo a difendere quanti lavorano per farla funzionare, anche e da troppo tempo con contratti precari, anche con carichi eccessivi imposti da un blocco delle assunzioni che dura da troppi anni.

Il Voto alle RSU 2018 non è una questione delle sole categorie del pubblico impiego, ma momento strategico per l’intera organizzazione. Ed è proprio per questo che l’appello al voto, l’invito a votare i delegati delle nostre liste, è di tutta la CGIL.


Per sapere chi sono i nostri candidati, oltre 100 in totale, si può consultare il sito www.fpcgiltrentino.it oppure la pagina Facebook “Funzione pubblica Fp-Cgil del Trentino” e sulla pagina Facebook Flc Cgil del Trentino.




Franco Ianeselli Cinzia Mazzacca Giampaolo Mastrogiuseppe

segretario generale segretaria generale segretario generale

CGIL DEL TRENTINO FLC DEL TRENTINO FP DEL TRENTINO

 

 

TORNA SU