NEWS

Reddito di cittadinanza, la giunta difenda con forza le prerogative dell'Autonomia

Cgil Cisl Uil: senza accordo a rischio dieci milioni di risparmi che vanno investiti per i giovani, le famiglie e gli anziani. Le proposte dei sindacati in una piattaforma diffusa tra gli iscritti

Reddito di cittadinanza, la giunta difenda con forza le prerogative dell'Autonomia

“Il Senato ha bocciato le proposte che avrebbero dovuto consentire di armonizzare la misura nazionale con l'assegno unico trentino. Adesso la questione passa alla Camera e ci aspettiamo che la giunta provinciale faccia tutto il possibile, attivando i parlamentari di “maggioranza” per fare approvare le norme che servono a salvaguardare la nostra Autonomia e le sue prerogative in tema di welfare”. Lo dicono Cgil Cisl Uil del Trentino mettendo l'accento anche sul nodo del possibile risparmio di risorse che, senza un accordo con Roma, potrebbe vanificarsi. Si calcolano circa dieci milioni di euro di euro (spesa stimata per il reddito di cittadinanza "nazionale" sul nostro territorio) sul totale dei 25 ad oggi utilizzati per l'Assegno unico provinciale per il contrasto alla povertà. “Solo se c'è un accordo che fa salve le prerogative dell'Autonomia il Trentino potrà contare su questi risparmi – insistono i segretari generali Franco Ianeselli, Lorenzo Pomini e Walter Alotti –. Risorse che dovranno essere destinati al welfare trentino, per migliore i servizi alla famiglia, sostenere gli anziani e la non autosufficienza, investire sulle politiche del lavoro”. Priorità che le tre confederazioni intendono sostenere con forza in un auspicato confronto con l'esecutivo provinciale. “La giunta deve cambiare rotta, dimostrando di essere più determinata nel confronto con il Governo nazionale e più aperta al dialogo con le parti sociali a livello locale. Due fronti dove finora non abbiamo registrato segnali incoraggianti” aggiungono i sindacati che ribadiscono comunque che, a prescindere da come andrà in Parlamento, Cgil Cisl Uil pretenderanno più soldi per servizi sociali inclusivi e innovativi.

Le priorità del sindacato sono già state sintetizzate in una piattaforma che è in questi giorni viene condivisa con tutti gli iscritti. (Allego il volantino)





Allegati

 

 

TORNA SU